Argomenti noiosi, come affrontarli?

Come rendere interessanti degli argomenti noiosi

Succede spesso nella mentalità di un blogger che si vada alla ricerca del post perfetto, in quanto chi lo crea vuole attirare visitatori, mentre chi lo legge ha bisogno di informazioni di qualità. E’ una verità, ma è anche vero che secondo uno studio della Blue Nile Research il 27% delle ricerche viene effettuato facendo una domanda: ecco che così anche argomenti noiosi hanno alti tassi di ricerca, è quindi importante renderli interessanti e coinvolgenti.

Come rendere interessanti degli argomenti noiosi

Come rendere interessanti degli argomenti noiosi

Tutorial e how-to nascono dall’esigenza di quel 27% di ricerche di avere risposte a specifiche domande, divenendo perciò fonti attendibili e di qualità rispondendo ad un determinato bisogno, ancor più se urgente o di nicchia. E’ altrettanto vero però che tali fonti presentino spesso argomenti noiosi, semplici, elementari e scritti oltretutto in modo dozzinale e particolarmente prolisso (come fare, come risolvere, come scaricare.. domande ripetute allo sfinimento) e quindi poco accattivanti da creare engagement o per essere condivisi sui social.

Ecco che nasce quindi, non solo per un buon posizionamento sui motori di ricerca ma anche per generare traffico qualificato e coinvolgimento, la necessità di rendere interessanti questi argomenti noiosi. Che sia un tutorial per risolvere un problema reale (giardinaggio, cucina, fai da te, ecc..) o una guida per un software o un problema informatico (eliminare un virus, ottimizzare un sito, modificare una foto, ecc..) è importante seguire alcune regole affinchè il nostro lavoro risulti affidabile e valido, ossia:

  • ascoltare il pubblico che fa domande commentando o scrivendoci, seguendo quindi eventuali feedback di qualunque natura essi siano;
  • creare sondaggi qualitativi e sugli argomenti affrontati, così da coinvolgere i lettori e capire le loro opinioni;
  • scrivere contenuti lunghi e dettagliati spiegando bene i passaggi e utilizzando immagini, oppure infografiche o filmati se disponibili;
  • riprendere e scomporre l’argomento in più post per approfondire ogni singolo aspetto;
  • menzionare esempi reali sull’argomento di riferimento, così che il contenuto sia anche informativo e istruttivo;
  • utilizzare il fattore quantitativo utilizzando numeri nel titolo ed evidenziandoli nel contenuto (es. 5 modi per….. );
  • pianificare ed essere costanti nella scrittura di contenuti per fidelizzare il pubblico.

Una buona scrittura per rendere interessanti i nostri contenuti

Il web offre opportunità per portare la propria conoscenza agli altri e accrescerla attraverso quella altrui, qualunque sia il nostro argomento è quindi importante valorizzare i nostri contenuti in modo costruttivo, per renderli interessanti e far si che si possa diventare, presto, un punto di riferimento.

Alessandro Mariani

Alessandro Mariani

Web designer e grafico freelance, apprendista di strategie per social media e appassionato di fotografia digitale
Alessandro Mariani

Ultimi post di Alessandro Mariani (vedi tutti)

Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

close
Facebook Iconfacebook like buttonTwitter Icontwitter follow button