Lettera di presentazione, sai scriverla?

Come si scrive una lettera di presentazione?

Dopo aver preparato il tuo Curriculum Vitae, curato nella forma e nei contenuti, è arrivato il momento di lavorare su un altro importante elemento che ti aiuterà nella ricerca di un lavoro, la lettera di presentazione. Rafforzare le tue competenze e motivare la tua candidatura è ormai fondamentale per fare una buona prima impressione a chi ti esaminerà. Ma qual’è il modo per scrivere una lettera di presentazione in modo corretto? La risposta è sempre una:

DIPENDE

Come con il tuo CV, anche con la lettera di accompagnamento devi farti notare da chi ti esaminerà ed emergere tra le altre candidature, mostrando oltre alle tue competenze anche la tua motivazione.

Come si scrive una lettera di presentazione?

Una buona lettera di presentazione per il tuo valore aggiunto

Una buona lettera di presentazione sarà un’anteprima al tuo Curriculum e allo stesso tempo un rafforzamento di quest’ultimo nonchè delle tue skills, dimostrando anche la tua determinazione ad avere quel posto di lavoro (non a caso si chiama anche lettera motivazionale). Non c’è una modalità precisa di scrittura, ma si può seguire uno schema orientativo e qualche consiglio utile, iniziando dall’impostazione. Partendo dall’alto avrai:

  • a sinistrainformazioni personali, come nome e cognome, indirizzo civico, CAP, città e recapiti telefono, cellulare ed e-mail;
  • a capo, a destrainformazioni sul destinatario, come nome dell’azienda (con intestazione ad esempio Spa, Srl o altre), indirizzo civico, CAP e città;
  • a capo, a destra - luogo e data di scrittura della lettera;
  • a capo, a sinistraoggetto della lettera;
  • a capo, a sinistrariferimento del destinatario e dell’inserzione (se ti stai candidando ad una posizione aperta);
  • a capoparagrafo corpo del testo;
  • a capobreve paragrafo motivazionale, in cui spieghi la tua determinazione;
  • a caporingraziamenti e saluti;
  • a capo, a destrafirma.

La forma base sarà più o meno così:

Forma base di una lettera di presentazioneNella stessa impostazione base, ricorda poi di:

  • mantenere lo stesso font senza fronzoli particolari;
  • utilizzare uno stile più simile possibile a quello del Curriculum;
  • spiegare meglio ciò che è poco chiaro o assente nel Curriculum;
  • variare il corpo a seconda della natura della candidatura (reperita o spontanea);
  • variare il corpo a seconda della tua natura (primo impiego o nuovo impiego);
  • personalizzare e settorializzare in base alla natura del lavoro per cui ti stai presentando;
  • inserire sempre qualche riga riguardo la tua motivazione;
  • allegare sempre la lettera quando invii il tuo Curriculum via e-mail;
  • firmare sempre la lettera anche a penna per quando dovrai consegnarla a mano.

Il tutto non deve superare una sola pagina, che stampata dovrà avere un aspetto pulito, senza macchie ne’ difetti.

Evita infine alcuni errori che possono compromettere l’efficacia della tua lettera, come errori grammaticali e/o di distrazione, anacronistiche abbreviazioni come Lei Voi Vs. in maiuscolo, ripetizioni di informazioni già presenti nel CV o, quello forse più grave, utilizzare lettere precompilate senza un minimo di personalizzazione.

Spendere qualche minuto in più per un buon lavoro non ti costa niente quando hai tempo da vendere, la prossima volta che invierai un Curriculum Vitae dai uno sguardo anche a quella che diventerà la sua lettera di presentazione.

Alessandro Mariani

Alessandro Mariani

Web designer e grafico freelance, apprendista di strategie per social media e appassionato di fotografia digitale
Alessandro Mariani

Ultimi post di Alessandro Mariani (vedi tutti)

Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

close
Facebook Iconfacebook like buttonTwitter Icontwitter follow button